Glossario Assicurazione

Il Glossario messo a punto dal Gruppo di lavoro su “Assicurabilità delle strutture sanitarie e del personale infermieristico ”

Accreditamento
Processo formale attraverso il quale un ente o un organismo valuta, riconosce e attesta che un servizio o un’istituzione corrispondano a standard predefiniti.

Analisi proattiva
Approccio preventivo al sistema per evitare che si verifichino eventi avversi, attraverso l’applicazione di metodi e strumenti per identificarne ed eliminarne la criticità.

Analisi reattiva
Studio a posteriori degli eventi avversi, mirato ad individuare le cause che hanno permesso il loro verificarsi.

Arbitrato
Si intende la possibilità di deferire a uno o più arbitri la soluzione di determinate controversie, nell’intento di sottrarre le stesse alla cognizione dell’autorità giudiziaria,per rendere tale soluzione più spedita e sollecita.

Assicurato
Il soggetto che, nelle assicurazioni contro i danni (a terzi,alle cose o al patrimonio) viene sollevato,in termini economici e nei limiti convenuti, dalle conseguenze dannose di un sinistro. Può coincidere con il contraente del contratto di assicurazione oppure no,ma deve comunque avere interesse all’assicurazione.

Assicurazione ( contratto di )
L’assicurazione è il contratto con il quale l’assicuratore verso il pagamento di un premio, si obbliga a tutelare l’assicurato entro i limiti convenuti, del danno a esso prodotto da un sinistro,ovvero a tenere indenne l’assicurato di quanto questi, in conseguenza del fatto accaduto durante il tempo dell’Assicurazione, debba pagare a un terzo in dipendenza della responsabilità dedotta nel contratto.

Atto di citazione – Apertura del contenzioso
“Citazione” è essenzialmente la chiamata in giudizio della parte contro la quale la domanda di risarcimento viene proposta affinché il giudice decida sulla domanda stessa in contraddittorio tra le parti. L’atto di citazione svolge una duplice funzione: inviare il convenuto a comparire in giudizio (vocatio in jus),indicare gli elementi a sostegno della domanda avanzata dalla parte attrice. Con la notificazione dell’atto di citazione si apre il processo civile.

Causa
Fattore antecedente necessario e sufficiente per il determinarsi di un evento, effetto, risultato o esito.

Causalità
Definisce la relazione causale fra un azione e un effetto.
Giuridicamente si parla di rapporto causa-effetto come il principio per cui ogni fenomeno ha una causa che lo provoca: in diritto è il rapporto tra un fatto e le sue cause e tra queste e l’agente che le ha provocate.


Colpa

Nel diritto civile è, oltre il dolo, l’elemento soggettivo che integra la fattispecie dell’atto illecito. Essa deriva dalla violazione dei doveri di diligenza, perizia o prudenza ovvero dall’inosservanza di leggi, regolamenti, ordini o discipline nell’esercizio di un attività. La colpa si sostanzia nella non volontarietà dell’evento che è cagionato da un comportamento negligente, imprudente o imperito.
In relazione al grado di diligenza richiesto si distingue tra:
– colpa lievissima, che si ha quando per legge o per accordo, si pretenda una diligenza superiore alla media;
– colpa lieve, determinata dalla violazione della diligenza media;
– colpa grave, che deriva dalla inosservanza di quel minimo di diligenza che tutti dovrebbero avere.
Il danno cagionato da un comportamento colposo è fonte di responsabilità. Nel diritto penale, l’art.43 del codice penale prevede che il delitto è colposo, o contro l’intenzione; quando l’evento, anche se preveduto non è voluto dall’agente e si verifica a causa di negligenza o imprudenza o imperizia, ovvero per inosservanza di leggi, regolamenti, ordini o discipline.

Compagnia
Si intende da una generica compagnia di assicurazione e/o di riassicurazione.

Conciliazione
E’ un processo formale mediante le quali le parti ten ano, con l’intervento di un terzo neutrale (il conciliatore)di comporre amichevolmente un conflitto tra loro intercorso. La soluzione della controversia non è deferita al conciliatore, tuttavia egli guida le pari orientandole verso la ricerca di un accordo e suggerisce loro possibili soluzioni.

Consenso informato
Processo con cui il paziente o chi lo rappresenta (genitore, tutore), sulla base delle informazioni ricevute rispetto ai rischi e benefici che derivano dal sottoporsi o meno a un atto medico, fornisce il suo consenso alla esecuzione delle stesse.
Per garantire il “consenso informato” gli operatori debbono fornire le sufficienti informazioni sul trattamento proposto e le alternative possibili per permettere al paziente di esercitare autonomamente e consapevolmente la scelta che, se del caso, deve essere documentata ( forma scritta o prova testimoniale).

Consulente tecnico
In sede civile l’esperto incaricato dal giudice viene denominato “consulente tecnico d’ufficio”, il l consulente tecnico nominato da una delle parti è denominato ” consulente tecnico di parte”.
In sede penale l’esperto incaricato dal pubblico ministero e indicato come consulente tecnico del Pm, l’ esperto incaricato dal giudice è invece denominato “perito” e l’attività da questi svolta è indicata come “perizia”.

Danno (in termini assicurativi)
Pregiudizio subito, in conseguenza di un sinistro dall’assicurato o, nelle assicurazioni della responsabilità civile, dal terzo danneggiato, il danno può tradizionalmente essere di natura patrimoniale, se incide sul patrimonio, oppure di natura non patrimoniale(danno morale), oppure biologico se arreca un pregiudizio alla…

Glossario Assicurazione